David Lynch: a pesca di grandi idee

Ogni cosa che facciamo parte da un’idea. Senza le idee ci è impossibile realizzare qualsiasi tipo di progetto. Ma non è sempre facile trovare idee innovative che ci aiutino a distinguerci nella nostra carriera, nel nostro percorso di studi e nella vita in generale. Ne sa qualcosa David Lynch, il regista cult di Twin Peaks, di cui è annunciata l’uscita nel 2017 di nuovi episodi, e di Mulholland Drivenominato miglior film del ventunesimo secolo dalla Bbc. In due interviste Lynch ha raccontato la sua teoria sulle idee: come arrivano e come fare a coglierle. Ecco di seguito i due video e una sintesi dei contenuti.

«Le idee sono come i pesci» dice Lynch. «E i pesci non si costruiscono. Si pescano». È necessario convincerli, attirarli verso di noi: secondo Lynch desiderare di avere un’idea è come sedersi, agganciare l’esca all’amo, buttare la lenza e vedere cosa si riesce a prendere. Si possono cogliere idee dai sogni ad occhi aperti ma anche dai luoghi che visitiamo; se pensiamo che un luogo possa evocare idee, allora dobbiamo uscire di casa e viaggiare. Non c’è modo di sapere quando o come l’idea potrà arrivare: spesso arriva all’improvviso e bisogna prenderne subito nota per non rischiare di perderla.

L’importante, aggiungerebbero gli studiosi di creatività, è alimentare noi stessi con nuove esperienze, pensieri, capacità e conoscenze; senza queste cose sarà difficile rimanere creativi perché è dallo scontro con la novità che brillano le idee.

Raramente una grande idea arriva già completa. Di solito arriva in piccoli frammenti, che solo una volta uniti fra loro andranno a definire l’intero progetto, sia esso uno script, un dipinto o anche solo l’idea di un dipinto. È come pescare dei pesciolini da usare come esca per attirare il pesce più grande.

Nonostante sia un pensiero comune tra gli artisti, la sofferenza non giova alla creatività, al contrario, ne rallenta il processo. Essere felici e a proprio agio durante il processo invece favorisce la creatività e aiuta a cogliere le idee.

Secondo Lynch, per realizzare un progetto bisogna saper mettere insieme i vari frammenti di idee che abbiamo colto: è come se ci fosse una stanza che già custodisce il puzzle completo, ma noi riceviamo i pezzi uno per volta e solo dopo che li avremo messi al posto giusto il progetto finale prenderà forma. Essere creativi richiede un grande sforzo. Ma soprattutto occorre la capacità di rendersi ricettivi e di riconoscere le idee per poter realizzare i propri progetti.

Michela Rognoni

Laureata in Scienze Linguistiche all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Si interessa di Social Media e di tutto ciò che li riguarda. Tiene un blog di musica e collabora con diverse webzine sull'argomento.

Lascia un Commento

x

Guarda anche

Quanto guadagna un amministratore delegato

Le retribuzioni fisse e variabili dei vertici delle maggiori società quotate italiane analizzate nello studio annuale di Mercer