engagement

Employee Engagement

Employee Engagement: Tools for Analysis, Practice, and Competitive Advantage Book Cover Employee Engagement: Tools for Analysis, Practice, and Competitive Advantage
William H. Macey, Benjamin Schneider, Karen M. Barbera, Scott A. Young
Wiley
2009
224

“Engagement” (che di solito non si traduce per mancanza di un corrispettivo italiano) è una delle parole d’ordine calde del linguaggio organizzativo. Sia perché la diffusione di modelli all’insegna della struttura snella, del lavoro in rete, della flessibilità, del telelavoro rendono nello stesso tempo più importante e più critico il fattore umano in azienda. Sia per la scarsa alfabetizzazione della maggior parte dei manager su tutte le materie aziendali che richiedono di saper gestire grandezze non quantitative e componenti non hard dei processi.
Il libro ha appunto il pregio di spiegare con chiarezza di che cosa parliamo quando parliamo di engagement; e di stabilire rapporti e nessi causali tra componenti hard e soft, traducendo un concetto altrimenti sfuggente come quello di “engagement” in un insieme di comportamenti osservabili e misurabili, che necessitano di un terreno di coltura specifico per svilupparsi e che generano conseguenze altrettanto misurabili (incrementi di performance, brand equity, capacità di innovazione, customer satisfaction, minori rischi operativi) con vantaggi tangibili in termini di ROI, di profitto e di valore per l’azionista.
Già in precedenti ricerche (cfr. soprattutto l‘articolo The Meaning of Employee Engagement, “Industrial and Organizational Psychology”, 1, 2008, 3–30), gli autori hanno precisato il significato di ‘engagement’ rispetto ad altri concetti simili (ad esempio quello di “soddisfazione”, che può anche indurre sazietà e rilassamento, mentre l’“engagement” implica energia), chiarendone gli aspetti sia psicologici sia comportamentali e i nessi causali.
Alla definizione del concetto fa seguito una guida operativa dettagliata per interventi di miglioramento organizzativo, dall’indagine sul livello di engagement in azienda (con un questionario tra i dipendenti), fino alle azioni positive da attuare e ai rischi da evitare (dall’esaurimento psicofisico da eccesso di “engagement” ai casi di “disengagement”). Con dovizia di casi.

Michele Riva

Ha diretto per quindici anni i libri di economia e management del Sole 24 Ore. È stato direttore responsabile de L'Impresa. È consulente di aziende e case editrici per la creazione di progetti editoriali tradizionali e digitali. Ha fondato e diretto la casa editrice milanese Serra e Riva Editori e ha lavorato alla divisione libri della Mondadori.

Lascia un Commento