John Nash

È morto John Nash

John Nash, matematico ed economista americano considerato il padre della teoria dei giochi, è morto sabato 23 maggio in un incidente stradale nel New Jersey, mentre viaggiava su un taxi con la moglie Alicia. Nash aveva 86 anni. Nel 1994 aveva vinto il premio Nobel per l’Economia con John C. Harsanyi e Reinhard Selten. La sua fama è legata ai suoi studi sulla teoria dei giochi, cui Nash dedicò la sua celebre tesi di dottorato nel 1950, dedicata ai giochi non-cooperativi (caratterizzati dall’assenza di collaborazione o comunicazione con gli altri giocatori). Nelle situazioni non cooperative, in particolare, Nash dimostrò con formule matematiche che esiste sempre un punto di equilibrio (oggi noto appunto come “equilibrio di Nash”) nel quale tutti i giocatori sono convinti di aver scelto la strategia per loro più conveniente alla luce delle strategie altrui. Gli studi di Nash sulla teoria dei giochi hanno contribuito a estendere in modo significativo l’ambito dell’economia contemporanea.

Genio ventenne e considerato una grande promessa accademica, Nash ha poi sofferto per decenni di una grave forma di schizofrenia. La sua biografia ha ispirato il film A Beautiful Mind.

Milo Romagnoli

Lascia un Commento