Economics 2.0

Economics 2.0

Economics 2.0 Book Cover Economics 2.0
Norbert Häring, Olaf Storbeck,
2009
256
Consiglio vivamente di leggere Economics 2.0 a tutti coloro che volessero vederci più chiaro sulle attuali dinamiche economiche. La crisi degli ultimi anni ha riempito i quotidiani di numerosi riferimenti economici – si pensi ad esempio all’uso del termine “subprime” o dell’attualissimo “spread”, contribuendo a puntare i riflettori dell’opinione pubblica su questo tema. L’economia oggi pesa più della politica, i giornali danno ampio spazio ai temi economici, c’è una continua rincorsa ad intervistare guru ed esperti per avere un loro parere su come uscire dalla crisi e innescare la crescita, ma la sensazione è che ognuno dica un po’ la sua e non ci sia quindi una vera e propria scienza economica a cui appellarsi oggettivamente e su cui far leva per uscire da questo difficile periodo.

Economics 2.0 spiega molto bene perché accade questo. Non a caso nell’introduzione viene riportata una considerazione provocatoria: «L’economia è l’unica disciplina in cui due studiosi hanno preso il premio Nobel per essere arrivati a conclusioni diametralmente opposte».

Dopo aver messo in evidenza i principi dell’economia classica, Häring e Storbeck, i due autori, descrivono i contributi che due nuovi metodi scientifici stanno dando all’economia: mi riferisco alla teoria dei giochi e all’economia sperimentale.

Il libro è suddiviso in 14 capitoli che toccano molti argomenti di attualità. Si possono trovare quindi riflessioni molto utili per capire gli andamenti della Borsa (molto bella la citazione di Keynes che paragona la Borsa ad un concorso di bellezza in cui i giurati potrebbero intascare una ricompensa quando la loro candidata preferita riceve il maggior numero di voti e di conseguenza, non votano per la concorrente che reputano più bella, ma per quella che ritengono sarà più apprezzata dagli altri giurati), le conseguenze dei processi di cartolarizzazione, i limiti dei modelli di risk management basati sulla curva gaussiana e i comportamenti delle agenzie di rating e relativi effetti autoavveranti sull’economia.

Economics 2.0 è un libro molto utile, scritto in maniera semplice e ricco di esempi concreti che ci consente di fare un passo avanti nella comprensione di ciò che sta avvenendo nel mondo o, perlomeno, di darci gli strumenti critici e argomentativi per non cadere vittima di demagoghi dell’ultima ora o di sapientoni che ora sanno scrivere libri su come uscire dalla crisi ma hanno fatto ben poco per arginarla quando avrebbero potuto.

Alessandro Cravera

Foto del profilo di Alessandro Cravera
Partner di Newton Management Innovation (Gruppo Sole 24 Ore). Docente e coordinatore scientifico del Laboratorio di Sviluppo Manageriale dell’Executive MBA organizzato da ALTIS Università Cattolica e Sole 24 Ore Business School. Insegna Organizzazione del lavoro presso ISIA Roma Design. Si occupa di “Management Innovation” ovvero di ripensare l’organizzazione, la gestione e la strategia d’impresa in coerenza con le dinamiche evolutive dei sistemi complessi e di supportare le imprese nella loro evoluzione. Collabora con L’Impresa ed è membro del Comitato Scientifico del Complexity Institute.

Lascia un Commento

x

Guarda anche

migliori libri di business 2015 secondo sb

I migliori libri di business del 2015, secondo s+b

Storie d'impresa, leadership, tecnologia, marketing, sviluppo manageriale, economia, strategia sono le aree tematiche in cui è divisa la classifica