Fare marketing rimanendo brave persone

Fare marketing rimanendo brave persone

Fare marketing rimanendo brave persone. Etica e poetica del mestiere più discusso del mondo Book Cover Fare marketing rimanendo brave persone. Etica e poetica del mestiere più discusso del mondo
Giuseppe Morici
Feltrinelli
2014
174
Né fanatismo né demonizzazione. Il marketing è una cosa seria. Lo è almeno in teoria: e quindi lo potrebbe essere anche in pratica, se la teoria, come spesso accade anche in altri campi, non venisse male applicata.

È questa la posizione dell’autore, ora top manager di un importante gruppo multinazionale e con un lungo curriculum di professionista della materia alle spalle.

La visione, convinta e sostenuta con esempi chiari e ben argomentati, è per un marketing che «si auto-indirizzi verso una strada di sostenibilità in senso ampio: sostenibilità umana e sociale, che celebri e stimoli cioè relazioni generative e non distruttive; sostenibilità etica, che mantenga le promesse dei propri racconti; sostenibilità economica, non dimenticando che la radice del termine greco economia non è “soldi” ma “casa” e dunque una sostenibilità che miri alla preservazione della casa in cui viviamo prima ancora che al suo accrescimento a ogni costo; sostenibilità ambientale, che stimoli comportamenti compatibili con la salute duratura delle persone che li adotteranno, delle persone circostanti e dell’ambiente in cui tutte vivono».

La lettura è ricca di notazioni pratiche, che cercano di andare oltre le parole. Ma anche la parte teorica, che dà conto delle componenti razionali e psicologiche profonde del comportamento umano (si legga ad esempio la sezione sui 12 archetipi riconducibili alla marca e le 7 tipologie esemplari di plot narrativi) e che viene presentata in modo semplice, convincente e con riferimenti chiari ed efficaci a diverse campagne pubblicitarie di successo degli ultimi anni, fa capire bene cosa intenda l’autore per serietà, competenza e correttezza di approccio.

Certo, il rischio di manipolare e di venire manipolati non può essere escluso. Ma finché viviamo in questo contesto socio-economico (peraltro all’orizzonte non pare si vedano soluzioni alternative e gli esperimenti del secolo scorso sono finiti come sappiamo), il marketing resta un mezzo operativo ineliminabile per fare impresa.

L’unico modo per combattere le cattive prassi e le derive di strumentalizzazione è aumentare il nostro livello di conoscenza. Quanto più anche noi, che siamo “oggetto” del lavoro degli addetti, saremo meno ‘oggetti’ perché ci saremo impadroniti di un “sapere critico”, tanto più faremo da “contenimento” ai comportamenti eticamente scorretti e alle deviazioni manipolatorie dello strumento.

Un libro come questo, dandoci strumenti intelligenti di comprensione, ci può aiutare.

Massimo Ferrario

Foto del profilo di Massimo Ferrario
Consulente e formatore (da una vita). Leggo (di tutto), scribacchio (favole, aforismi, versi). Sono curioso. Amo «condividere, dissentire, comunque ri-pensare».

Lascia un Commento

x

Guarda anche

business consapevole feat img

Business consapevole: come creare ricchezza attraverso i valori

Principi ed esempi preziosi per la leadership etica e il coaching nel libro del vicepresidente di LinkedIn