korn ferry acquisisce hay group

Korn Ferry acquisisce Hay Group

Korn Ferry, leader globale nell’executive search e nei servizi di consulenza di leadership e talent management, ha annunciato di aver sottoscritto un accordo definitivo (del valore di circa 452 milioni di dollari) per acquisire Hay Group, leader globale con oltre 70 anni di esperienza nella consulenza sulla strategia delle persone e delle prestazioni aziendali.

Korn Ferry è presente in 78 uffici e 37 paesi, con circa 3.900 dipendenti, mentre Hay Group conta circa 3.100 dipendenti in tutto il mondo, con 88 uffici in 50 paesi e database gestionali per 114 paesi. Con l’acquisizione di Hay Group, Korn Ferry integra la capacità di attirare i migliori talenti e progettare piani di reward e di incentivazione con un approccio integrato all’intera leadership e alla gestione del personale.

«Korn Ferry, ora con Hay Group, sarà la società di consulenza di riferimento a livello globale per le persone e le organizzazioni» ha affermato l’amministratore delegato di Korn Ferry, Gary D. Burnison. «Saremo circa 7000 professionisti eccellenti, uniti da un unico obiettivo: valorizzare le persone affinchè le organizzazioni possano soddisfare le loro ambizioni e raggiungere obiettivi strategici facendo leva sul loro potenziale». «In Korn Ferry abbiamo trovato un partner con il nostro stesso approccio, impegnato per favorire eccellenti prestazioni aziendali grazie alle persone e all’efficacia delle organizzazioni» ha affermato Stephen Kaye, amministratore delegato di Hay Group, che continuerà a ricoprire il suo ruolo con Korn Ferry. «Siamo ora testimoni di una trasformazione straordinaria che modellerà il futuro del lavoro e del business globale. Insieme, senza pari, siamo in grado di aiutare i clienti ad avere successo in questo nuovo contesto».

Non appena conclusa la transazione, Korn Ferry unirà Hay Group con il segmento Korn Ferry Leadership and Talent Consulting (LTC) di KITE, consolidando l’attività di consulenza combinata sotto il brand Hay Group.

 

Redazione

Foto del profilo di Redazione

Lascia un Commento

x

Guarda anche

sharma

Robin Sharma: l’importanza di non piacere agli altri

Tutti i visionari sono stati ridicolizzati prima che venerati. Un leader deve distinguersi, anche a costo di non essere apprezzato (non subito, almeno)