Pensiero magico, pensiero logico

Pensiero magico pensiero logico

Pensiero magico, pensiero logico. Piccola filosofia della creatività Book Cover Pensiero magico, pensiero logico. Piccola filosofia della creatività
Luc de Brabandere
Castelvecchi
2009
Non è proprio una “Piccola filosofia della creatività” come promette il sottotitolo. Forse sarebbe più giusto definirla una piccola storia della logica, da Talete a Bertrand Russell, alla ricerca di quelle deviazioni che rappresentano, appunto, il manifestarsi della creatività. Solo che là dove sarebbe bello che il libro cominciasse, è già quasi finito, perché la creatività si mostra, ma non si dimostra. Pensiero magico. Pensiero logico. Piccola filosofia della creatività è comunque un libro brillante, una chicca per appassionati di filosofia e di logica, ma anche una lettura facile e intrigante per il lettore discretamente colto e intellettualmente curioso. Il suo autore è un bel personaggio: un “ingegnere e filosofo” (cosicché già nella sua biografia cominciano i dualismi tra spirito di geometria e spirito di finezza) che si dedica all’innovazione in campo manageriale e cognitivo oltre a fare con disinvolta e colloquiale sicurezza il divulgatore di temi filosofici. E siccome i libri sono come le caramelle, e un libro ha fatto pienamente il suo lavoro se ti fa venir voglia di leggerne almeno un altro, questo di De Brabandère ha il grande merito di aver attirato la mia attenzione sul bellissimo Change: la formazione e la soluzione dei problemi, un classico di Paul Watzlawick con altri psicologi di Palo Alto.

Michele Riva

Foto del profilo di Michele Riva
Ha diretto per quindici anni i libri di economia e management del Sole 24 Ore. È stato direttore responsabile de L'Impresa. È consulente di aziende e case editrici per la creazione di progetti editoriali tradizionali e digitali. Ha fondato e diretto la casa editrice milanese Serra e Riva Editori e ha lavorato alla divisione libri della Mondadori.

Lascia un Commento